Guide
Guida all'acquisto

Per orientarti nel mondo delle vendite giudiziarie, comprendere le procedure corrette per partecipare alle vendite o cercare maggiori informazioni, consulta le pagine della nostra guida.

 
Bollettini
Benimobili
BREVETTI » prototipo marciante, scocca Cadillac, ecc

prototipo marciante, scocca Cadillac, ecc

In aggiornamento
Il bene si trova in attesa di disposizioni da parte della Autorità Giudiziaria.
In aggiornamento
Scheda aggiornata il 08.07.2019 alle ore 14:52
TRIBUNALE ORDINARIO DI ASTI

FALLIMENTO N. 40/2014

IVG 20/19



Il Fallimento n. 40/2014, dichiarato dal Tribunale di Asti, Giudice Delegato dott. Marco Bottallo, Curatore Avv.to Sabrina Gonella, intende dare corso alla vendita dei beni mobili inventariati, dando mandato specifico in tal senso all’IFIR PIEMONTE Istituto Vendite Giudiziarie srl.



Modalità di vendita

La vendita avrà luogo il giorno 13 SETTEMBRE 2019 alle ore 10:00 presso la sala aste dell’Istituto Vendite Giudiziarie in Torino – Strada di Settimo 399/15 al prezzo base di partenza pari al valore di stima.



Natura dei beni

LUOGO DI CUSTODIA: BRA (CN) – VIA ROLFO 10

3 telai in alluminio a diversi stadi di assemblaggio; 1 “maquette” di stile in resina; 1 prototipo marciante non omologato né targato; 1 scocca di autovettura Cadillac, modello SRX, utilizzata come “donor vehicle” in pessime condizioni completamente disassemblata e in acciaio verniciato; alcuni particolari in vetroresina di elementi dell’interno veicolo; La documentazione e i relativi modelli matematici dei particolari atti alla realizzazione delle attrezzature di stampaggio e di assemblaggio dell’autoveicolo, consta di tutta una serie di files in cui sono visualizzati i singoli elementi che compongono l’autoveicolo, disegnati con supporti informatici diversi, ovvero CATIA 5 (prodotto sviluppato dalla Dassault System) e da UNIGRAPHIX (prodotto sviluppato dalla Siemens) Valore di stima € 276.750,00 + IVA + la commissione pari al 10% + IVA (spettante all’Istituto Vendite Giudiziarie) + € 16,00 valori bollati



DOPO L’AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA SARA’ CHIESTA L’AUTORIZZAZIONE ALLA VENDITA NELL’OSSERVANZA DELLA LEGGE FALLIMENTARE ED IN PARTICOLARE DEGLI ARTT. 107 E 108, LF.



N.B: SARA’ POSSIBILE VISIONARE I BENI ESCLUSIVAMENTE SU APPUNTAMENTO MEDIANTE MAIL UFFICIOFALLIMENTI@IVGPIEMONTE.IT



Per ulteriori chiarimenti ed informazioni contattare 011/473.12.17 interno 3



Al fine di rispettare la competitività della procedura il presente bando verrà pubblicato sul Portale delle Vendite Pubbliche, sui siti www.astagiudiziaria.com – www.ivgtorino.it nonché sul Bollettino cartaceo delle aste dando mandato specifico in tal senso all’Ifir Piemonte Istituto Vendite Giudiziarie srl.



CONDIZIONI DI VENDITA ED OBBLIGHI DELL’AGGIUDICATARIO

1) I beni vengono ceduti secondo la clausola c.d. “visto e piaciuto”, rimossa ogni eccezione ora per allora, nello stato di fatto e di diritto e nella consistenza in cui si trovano al momento della vendita, a corpo e non a misura, senza che la Società Fallita e/o il Curatore assumano alcuna garanzia per quanto concerne tra l’altro (in via meramente esemplificativa) l’identità, la consistenza, la qualità dei beni, ovvero vizi anche occulti o mancanza di qualità, l’assenza di contenziosi o contestazioni sugli stessi, il funzionamento dei beni, lo stato di conservazione, la consistenza e/o l’idoneità e/o la conformità ad ogni vigente normativa tecnica, ambientale e di sicurezza.

2) I beni e i materiali riconducibili alle apparecchiature e/o a manufatti/prodotti aventi caratteristiche che ne impediscono l’utilizzabilità dovranno essere sgomberati e smaltiti secondo legge dall’aggiudicatario. Gli impianti, i macchinari e le attrezzature oggetto della cessione, nell’osservanza di tutte le norme vigenti, in particolare di tutela ambientale, smaltimento rifiuti, prevenzione, sicurezza, tutela della salute, non potranno essere immessi in commercio, e/o in uso o servizio, in assenza di ogni previa necessaria attività di trasformazione e/o ricondizionamento e relativa certificazione: dette operazioni avverranno a cura e spese dell’acquirente che con l’aggiudicazione stessa si obbliga irrevocabilmente a provvedervi. La procedura fallimentare venditrice è pertanto esonerata da ogni garanzia e obbligo in relazione alla conformità e/o adeguamento dei beni alle norme vigenti in materia di tutela ambientale, smaltimento rifiuti, prevenzione, sicurezza, infortunistica e tutela della salute.

3) In relazione all’immobile ove si trovano i beni e nei confronti dei relativi proprietari e/o conduttori, l’acquirente dei beni con l’aggiudicazione stessa si obbliga irrevocabilmente al tempestivo e completo sgombero nel rispetto di ogni norma di legge, in accordo ed in coordinamento a tal fine con i predetti proprietari e/o conduttori, assumendo impegno al rispetto dei tempi che saranno convenuti con i predetti proprietari e/o conduttori, con oneri di occupazione a carico dell’aggiudicatario stesso in caso di ritardo che non risulti giustificato dai tempi tecnici di sgombero nel rispetto di ogni norma e procedura di sicurezza che sarà convenuto, condiviso e coordinato tra i predetti proprietari e/o conduttori dell’immobile e l’aggiudicatario stesso dei beni (quale proprietario all’esito del perfezionamento della cessione, mediante versamento del saldo prezzo ed oneri tributari).
Ubicazione del bene
  • Via Rolfo 10
    12042- BRA (CN)
Mappa
Informazioni sulla procedura
  • TORINO
  • N° IVG: 20/19
  • Fallimento N° 40/2014
  • Da mostrare per validazione xhtml